ATTENZIONE! Sta utilizzando una versione ormai obsoleta di Internet Explorer.
Si consiglia di aggiornare il Browser per visualizzare correttamente il sito.
Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Continuando ad utilizzare il sito acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
Prenota ora
il tuo soggiorno

I laghi della Val di Fiemme – Escursioni e panorami mozzafiato

I laghi della Val di Fiemme – Escursioni e panorami mozzafiato

Condividi



Oltre alle ben note vette, c'è anche una Valle di Fiemme tutta da scoprire, ovvero quella fluviale e lacustre. I percorsi di trekking lungo l'Avisio, permettono di rilassarsi cullati dallo sciabordio delle acque che si infrangono sui dossi e settembre, con le sue giornate ancora calde ma non troppo, è il mese ideale per intraprendere queste escursioni.


Degni di nota sono sicuramente i Laghi di Bombasèl: l'escursione parte dalla cima Paion che si raggiunge agevolmente tramite i tre tronconi degli impianti Cermìs ovvero due cabinovie e una seggiovia. Si imbocca il sentiero SAT 353, si prosegue fino alla forcella del Bombasèl e dopo circa quarantacinque minuti di marcia, si apre uno scenario maestoso con specchi d'acqua in cui si riflettono le cime più famose delle Dolomiti. Una pausa per un pranzo al sacco è d'obbligo. Il Lago Lagorai, invece, è il più vasto della Val di Fiemme e si trova ad un'altitudine di 1871 m. Da località “le Mandre” dove è possibile parcheggiare, si prosegue a piedi seguendo il segnavia SAT 516. All'improvviso, dopo un'oretta di cammino, si spalanca uno scorcio sulla cascata che sgorga dal Lago Lagorai . Costeggiando il Lago lungo la riva destra si può profittare di una fermata all'omonima Malga. Un aneddoto degno di nota riguardante il limpido Lago è quello secondo cui la profondità del Lago che attualmente è di 33 metri, in passato sarebbe stata assai maggiore se non doppia. Infatti nel 1961, nell'ambito di un esperimento geofilo per calcolare la densità della crosta terrestre, fu provocata una potente esplosione e, a causa della detonazione, la profondità del Lago sarebbe di gran lunga diminuita.


In Val di Fiemme c'è persino un bacino chiamato Lago Brutto, che a dispetto del suo appellativo offe uno dei più bei fondali e dei migliori scorci della valle.
Una bella escursione ma di media difficoltà è quella che da Malga Valmaggiore, a soli 7 km da Predazzo, ci conduce ai tre Laghi ovvero: Lago Moregna, Lago Brutto e Lago delle Trote. Presso Malga Valmaggiore è già possibile godere di un panorama degno di un quadro e qui una breve visita merita la Chiesetta degli Alpini e il mulino ad acqua della malga. Da qui si imbocca il sentiero sat 339, che alterna tratti immersi nel bosco e tratti aperti. Dopo un'oretta si raggiunge Lago Moregna con le sue acque verdissime, dopo un'altra mezzora Lago Brutto e da qui ancora trenta minuti di cammino per il Lago delle Trote. Tornando per la medesima via, si può pranzare a Malga Valmaggiore, gustando canederli e polenta.


A fine giornata, sicuramente vi siete meritati un po’ di relax nell’area Wellness dell’Hotel Orso Grigio.